Vademecum per un recluso

Simone Cristicchi con questa poesia ci spiega che la felicità la possiamo trovare anche all’interno delle mura domestiche. Cristicchi parla di quel senso di depressione che tutti noi abbiamo in questi giorni di isolamento e considera il tempo un regalo del cielo in cui ci si può riscoprire. Il consiglio che da è di non sprecare questo tempo prezioso ma di inventansi qualcosa da fare e di vivere questo periodo difficile per tutti con allegria e fantasia.

Un pensiero riguardo “Vademecum per un recluso

  • 19 Novembre 2020 in 09:15
    Permalink

    La poesia di Cristicchi è terapeutica, va subito al punto con consigli sensati e fattibili. Mi spiace non essere più in servizio come insegnante di Lettere, perché l’avrei senz’altro proposta ai miei studenti durante la settimanale ora di Poesia. Comunque ne farò uso nel mio blog verbameaada,wordpress.com avviato dal qualche mese, dove mi esprimo secondo l’onda delle emozioni.
    Ho avuto il piacere di vedere e sentire l’artista lo scorso luglio, a Cavaso del Tomba (TV), sul monte omonimo durante una serata in ricordo della Grande guerra: grande anche lui, come gli altri artisti presenti. Grata per quello che ci dona, gli auguro di offrirci altre perle per la nostra anima.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.